Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Barberini e Corsini: una nuova identità per le Gallerie Nazionali di Roma

 
È stato presentato mercoledì 11 gennaio, alla stampa e al pubblico, alla presenza del Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, il piano di rilancio strategico delle Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma, Palazzo Barberini e Galleria Corsini, divenute autonome nel luglio 2015 con la riforma del Mibact. Il rinnovamento delle Gallerie, firmato dal Direttore Flaminia Gennari Sartori, si concretizza in una migliore e nuova fruizione delle collezioni, grazie al riallestimento di quelle di Palazzo Barberini e ad approfondimenti tematici all'interno del percorso, alle esposizioni in programma e ai nuovi sistemi multimediali.
Si inaugura così, per due autentici gioielli della nostra città, un nuovo corso in cui tutti i cambiamenti in atto sono stati previsti in funzione del miglioramento della fruizione delle straordinarie collezioni ospitate nelle Gallerie oltre che di una maggiore apertura al pubblico e ai residenti. In questa profonda fase di innovazione giocano un ruolo di primo piano, per il Museo, la nuova identità visiva, il sito web, completamente rinnovato, e lo sviluppo dei canali di comunicazione social (Facebook, Twitter ed Instagram), creati con l’intento di rendere più accessibile e diretto il rapporto con il pubblico, i visitatori e gli studiosi e capaci di restituire un’immagine più vivace e coinvolgente del Museo stesso che diviene un luogo di incontro, di dialogo e di confronto. Come evidenziato nell’ultimo Rapporto Civita “#SOCIALMUSEUMS. Social media e cultura fra post e tweet”, incentrato sul rapporto fra social media e mondo della cultura, cogliere le potenzialità offerte da questi nuovi strumenti diviene quanto mai necessario, per le nostre istituzioni museali, nell’ottica di una più attiva comunicazione con il proprio pubblico. Un’azione centrale, dunque, che la Direzione delle Gallerie ha deciso di sostenere con impegno e forza, capace di trasformare i nostri musei in protagonisti del tessuto economico e sociale della città, conferendo loro ancora più vigore per generare inclusione, coinvolgimento e partecipazione attiva.
Le Gallerie Nazionali d’Arte Antica,Palazzo Barberini e Galleria Corsini possono oggi raccontarsi ai propri visitatori in una maniera del tutto inedita; una sfida raccolta con slancio e con l’obiettivo di rendere fruibile a tutti i visitatori un periodo storico-artistico di enorme fascino.