Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Il turismo sostenibile al centro del progetto “Valore Paese Italia”

 
Promosso da Agenzia del Demanio, Mibact, Enit e Difesa Servizi SpA, con il supporto dei ministeri dell'Ambiente e delle Infrastrutture, di Ferrovie dello Stato, Fondazione FS, Invitalia, Istituto per il Credito Sportivo, Anas e Anci, il  progetto “Valore Paese Italia” mira a mettere a sistema le operazioni di valorizzazione degli immobili pubblici di interesse artistico e paesaggistico, coniugando turismo, cultura, ambiente e mobilità dolce grazie al partenariato pubblico-privato.
Alla luce della crisi economia generata dall’emergenza sanitaria degli ultimi mesi, l’iniziativa è volta a potenziare l'offerta turistico-culturale e a valorizzare i luoghi in senso diffuso tramite l'ideazione e la realizzazione di circuiti nazionali di eccellenza a sostegno del Sistema Italia; progetti turistico-culturali legati alla mobilità lenta e sostenibile, al turismo ferroviario, alla rete delle case cantoniere, alla rete dei borghi, al filone tematico degli osservatori astronomici e metereologici, delle riserve e dei siti naturali e paesaggi culturali UNESCO, lungo i quali valorizzare i patrimoni immobiliari pubblici.
Gli strumenti per avviare i progetti di valorizzazione saranno molteplici. Oltre alla concessione classica, ci saranno bandi riservati agli under 40, a start up e al terzo settore, senza trascurare le possibilità offerte dal project financing, ossia le forme di collaborazione tra pubblico e privato previste dalla nostra legislazione. “Valore Paese Italia” sarà inoltre un ottimo strumento per informare su incentivi e forme di supporto economico-finanziario e fiscale, a livello nazionale e in linea con la programmazione europea.
L’Associazione Civita, da sempre promotrice del valore strategico della partnership pubblico-privato, non può che manifestare il proprio apprezzamento nei confronti dell’iniziativa; l’adozione di tali strumenti al patrimonio culturale non può che generare benefici per entrambe le parti ma anche e soprattutto per l’utente finale, la collettività, che può tornare a godere delle bellezze storico-artistiche del nostro Paese.
L’utilizzo di un unico brand, Valore Paese Italia, permetterà quindi di riunire diverse reti tematiche associate e di attivare un sistema di azioni strutturate e coordinate, una piattaforma comune in grado di dare omogeneità alle iniziative di riqualificazione delle strutture pubbliche inutilizzate o poco sfruttate.