Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Una raccolta fondi a sostegno del Teatro dell’Opera di Roma

 
L’emergenza Covid-19 ha abbassato il sipario dei teatri italiani, anche di quelli che in 140 anni di attività non hanno mai interrotto la propria programmazione. È questo il caso del Teatro dell’Opera di Roma, punto di riferimento internazionale per opera lirica e balletto, che oggi lancia la campagna di fundraising “I love Roma Opera aperta”: un’iniziativa significativa per far fronte alla criticità del momento. 
Mentre sul canale YouTube ufficiale prosegue con successo la stagione di “Teatro Digitale”,  in ottemperanza al decreto del 10 aprile della Presidenza del Consiglio dei Ministri per il contenimento del diffondersi del virus Covid-19 che prevedeva la sospensione di tutte le attività artistiche fino al 3 maggio, il Teatro dell’Opera si trova oggi ad annullare anche i successivi spettacoli -   la serata di danza Suite en Blanc/ Serenade / Bolero (recite dal 6 al 10 maggio), Luisa Miller di Giuseppe Verdi (recite dal 22 al 31 maggio) e la Messada Requiem di Verdi diretta dal maestro Myung-WhunChung programmata per il 30 maggio – e a ripensare la riprogrammazione dei mesi successivi in un quadro di evoluzione costante.
In seguito del Decreto Legge del 17 marzo 2020, n. 18 “Cura Italia”, sono cambiate anche le procedure per i biglietti acquistati per spettacoli sospesi o annullati; anche il Teatro dell’Opera rilascerà i voucher. Sono tantissimi gli abbonati e gli spettatori che stanno esprimendo piena solidarietà rinunciando al rimborso del biglietto. Una manifestazione di sostegno e vicinanza che può essere ulteriormente rafforzata partecipando con una donazione.
L’Associazione Civita è vicina al Teatro dell’Opera - suo associato - nel pieno riconoscimento dell’importanza della salvaguardia del patrimonio teatrale che caratterizza e distingue il nostro Paese nel mondo oltre che, da sempre, veicolo di emozioni e sentimenti senza età grazie alla stretta relazione fra pubblico ed artisti. Un modo, dunque, per contribuire alla sopravvivenza di un mondo straordinario fatto di musica, arte e racconto contribuendo a garantire per il nostro futuro e quello delle generazioni che verranno un modo sempre nuovo e intelligente di fare e consumare cultura.

Riferimenti

È possibile fare una donazione direttamente sul sito ufficiale del Teatro e beneficiare delle agevolazioni fiscali “ART BONUS”.