Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

L’Italia #Cambiagesto, la campagna contro i mozziconi di sigaretta

Circa otto milioni di tonnellate di rifiuti di plastica finiscono ogni anno in mare con conseguenze molto negative sull’inquinamento delle acque e con ripercussioni anche sulla filiera alimentare. Anche i mozziconi delle sigarette rischiano di alimentare questo circolo vizioso: ogni giorno nel mondo vengono gettati oltre 10 miliardi di mozziconi di sigarette nell’ambiente, con un impatto sull’ambiente di cui, dicono le analisi e gli studi sul tema, gli stessi fumatori hanno pochissima consapevolezza.
Eppure, tanti dei problemi ambientali sarebbero evitabili o risolvibili con semplici gesti individuali. Ed è proprio partendo da questa consapevolezza che Philip Morris Italia ha deciso di promuovere, con il supporto di H+, E.R.I.C.A. e Retake, la campagna #Cambiagesto.
L’iniziativa, nata nel 2019 con l’obiettivo di sensibilizzare le persone a non gettare i mozziconi di sigarette a terra, ha già fatto tappa in diverse città d’Italia: partita dalla città di Palermo, nel 2019 la campagna è stata portata a Salerno, Firenze e Roma, mentre nel 2020, nonostante le tante limitazioni imposte dal Covid, Cambiagesto è stata a Bari, Livorno, Roma e Padova, cui si andranno ad aggiungere Vercelli e Genova, per poi concludersi a Bologna dal 1° al 20 dicembre. Grazie al coinvolgimento attivo delle amministrazioni locali, associazioni territoriali e volontari, la campagna ha già coinvolto attivamente oltre 50mila cittadini e oltre 10 organizzazioni di volontariato del territorio, permettendo una fortissima attività di sensibilizzazione a favore di un corretto smaltimento dei mozziconi attraverso attività di informazione ed educazione e risparmiando innumerevoli mozziconi all’ambiente grazie all’installazione di appositi contenitori e le migliaia di porta mozziconi portatili a forma di salvadanaio distribuite sul territorio dai volontari.
#Cambiagesto si inserisce nel contesto dell’impegno assunto da Philip Morris a livello globale per contribuire a risolvere il problema dell’inquinamento da mozziconi con la campagna “Our World is not an hastray” (il nostro mondo non è un posacenere).
In occasione della tappa romana, organizzata in concomitanza con il World Clean Up Day e il decennale dell’associazione Retake lo scorso 19 settembre, Philip Morris Italia ha lanciato la campagna a livello nazionale attraverso lo slogan L’Italia #Cambiagesto, una chiamata all’azione da parte di tutti gli attori della società: “Come tutti i problemi complessi, prevenire l’inquinamento da mozziconi richiede azioni integrate che coinvolgano il più ampio numero di soggetti possibile. Le istituzioni, le aziende, la società civile: tutti hanno un ruolo nel contribuire a risolvere questo problema. Per questo siamo orgogliosi che la campagna Cambiagesto più che una campagna di Philip Morris, sia una piattaforma di dialogo e collaborazione tra i diversi attori della società. E’ uno strumento che mettiamo a disposizione di chiunque la voglia fare propria. E ci rendono orgogliosi le tante email che riceviamo da singoli cittadini, associazioni e amministrazioni locali che ci scrivono per aderire”, sottolinea Michele Samoggia Zerbetto, responsabile comunicazione e sostenibilità di Philip Morris Italia.

www.cambiagesto.it