Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Un progetto di energia sostenibile alle Corderie dell'Arsenale

Edison rafforza il legame con La Biennale di Venezia e con la sua città e sostiene la 17. Mostra Internazionale di Architettura «How will we live together?» portando per la seconda edizione la sua energia a una delle più prestigiose e importanti manifestazioni culturali nel mondo. L’energia e il suo utilizzo sono uno degli elementi fondanti dell’architettura e del vivere contemporaneo. Edison mette a disposizione della Mostra e della città di Venezia che la ospita le sue competenze di eccellenza con interventi di efficientamento energetico concreti, come la soluzione che è stata realizzata nel 2020 nello storico edificio trecentesco delle Corderie dell’Arsenale.
Siamo onorati di continuare la collaborazione con La Biennale di Venezia. Oggi più che mai la crisi pandemica ci insegna che sviluppo sostenibile, uso efficiente delle risorse e architettura sono strettamente legati. Siamo alla costante ricerca di confronto con chi pensa, progetta e gestisce gli spazi e le funzioni. – dichiara Nicola Monti, AD di Edison - Per questo motivo, vogliamo continuare a fare la nostra parte e sostenere il dibattito sui valori centrali dell’architettura e sul contributo reale e duraturo che l’architettura offre al benessere delle persone nella vita quotidiana.”
Nel 2018 Edison avviò una diagnosi energetica innovativa delle principali strutture a maggior intensità energetica e impatto della Mostra, con la finalità di individuare, grazie all’IoT e a evolute tecniche di modellazione, interventi di miglioramento negli usi energetici. La soluzione ad alta efficienza di Edison applicata nel 2020 alle Corderie dell’Arsenale riduce significativamente il consumo energetico della struttura. L’intervento preserva l’estetica industriale originaria, uno splendido edificio trecentesco, costituito da un corpo di lunghezza pari a 320 m suddiviso in tre navate da due file di colonne che sostengono due soppalchi a copertura delle navate laterali, dove una volta si tenevano le attività per la filatura dei cordami. La soluzione adottata comporta una riduzione dei consumi di energia elettrica superiore al 70% ed evita l’emissione in atmosfera di 22 tonnellate di CO2 all’anno.
Edison partecipa alla 17. Mostra Internazionale di Architettura mettendo inoltre a disposizione dei visitatori della Mostra alcune postazioni smart dotate di punti di ricarica energetica e di WiFi gratuiti dove sostare e fare il pieno di energia sostenibile.