Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Cartografia e Topografia italiana del XVI secolo

Il prossimo 24 gennaio, la Società Geografica Italiana Onlus c/o Palazzetto Mattei in Villa Celimontana, a Roma (ore 16.30, Via della Navicella 2), presenterà in anteprima mondiale l’opera “Cartografia e Topografia italiana del XVI secolo” edita da Antiquarius, con il sostegno di Assocarta e Burgo Group. Il primo e unico catalogo di carte particolari e generali dei paesi del mondo, cartografia urbana e piante topografiche prodotte nel nostro Paese nel Cinquecento, ovvero l’epoca d’oro della cartografia italiana. Un’opera monumentale, attesa da tempo da studiosi, collezionisti ed appassionati di cartografia antica di tutto il mondo. L’opera è il risultato di un lungo e minuzioso lavoro di ricerca, di consultazione, comparazione di varianti ed edizioni, condotto dagli autori Stefano Bifolco e Fabrizio Ronca che saranno presenti all’evento. Tre volumi, per un totale di circa 2400 pagine con oltre 1250 carte geografiche presentate, più di 2500 edizioni descritte nelle loro varianti.
Dopo l’indirizzo di saluto del Presidente della Società Geografica Italiana, Filippo Bencardino, presenteranno l’opera “Cartografia e Topografia italiana del XVI secolo”:

- Cosimo Palagiano, Professore Emerito Università La Sapienza di Roma Membro corrispondente dell'Accademia Nazionale dei Lincei
- Simonetta Conti, Professoressa Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”
- Massimo Medugno, Direttore Generale di Assocarta

Stefano Salis de Il Sole24Ore coordinerà la presentazione.