Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Bagnoregio si candida a Capitale Italiana della Cultura 2025

Bagnoregio, antico borgo dell'Alto Lazio, è tra le 16 città candidate al titolo di “Capitale Italiana della Cultura 2025”.
L’Associazione Civita è particolarmente lieta per questa candidatura, essendo nata nel 1987 per far fronte proprio al degrado di Civita di Bagnoregio: un luogo magico, surreale, fantastico, situato sulla vetta di un'altura di tufo e raggiungibile solo attraverso uno stretto ponte, facente parte della rete de “I borghi più belli d'Italia”, famoso per essere stato definito "La città che muore" dallo scrittore Bonaventura Tecchi, che vi trascorse la sua giovinezza.
Il titolo di Capitale Italiana della Cultura, istituito nel 2014 dall’allora Ministero dei Beni Culturali e del Turismo Dario Franceschini a seguito della nomina di Matera a Capitale Europa della Cultura 2019, deriva quindi dalla scia e dall’entusiasmo dell’omonima iniziativa continentale.
Dopo aver presentato la manifestazione d’interesse, entro il prossimo 13 settembre le 16 città (Agrigento, Aosta, Assisi, Asti, Bagnoregio, Città Metropolitana di Reggio Calabria, Enna, Lanciano,  Monte Sant’Angelo, Orvieto, Otranto, Peccioli, Pescina, Roccasecca, Spoleto, Sulmona) dovranno presentare il proprio dossier di candidatura che verrà sottoposto “alla valutazione di una commissione di sette esperti di chiara fama nella gestione dei beni culturali”, come sottolinea una nota stampa del Ministero della Cultura. Il dossier di candidatura dovrà contenere il progetto culturale ideato ed elaborato dalle città, della durata di un anno, con cronoprogramma ed elenco delle singole attività previste; inoltre dovrà contenere “l’organo incaricato dell’elaborazione e promozione del progetto, della sua attuazione e del monitoraggio dei risultati, con l’individuazione di un’apposita figura responsabile; la valutazione di sostenibilità economico-finanziaria del progetto culturale proposto; gli obiettivi perseguiti, in termini qualitativi e quantitativi, e gli indicatori che verranno utilizzati per la misurazione del loro conseguimento”. Le 10 città finaliste saranno definite dalla commissione entro il prossimo 15 novembre, mentre la procedura di valutazione si concluderà entro il prossimo 17 gennaio. La città vincitrice riceverà un milione di euro per la realizzazione del progetto.
A Bagnoregio e al suo Sindaco vanno i nostri migliori auguri per il raggiungimento del prestigioso titolo di Capitale Italiana della Cultura!