Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Transizione digitale e rilancio dei borghi italiani

La transizione digitale per il rilancio dei borghi italiani è stato il tema al centro dell’evento tenutosi lo scorso 3 dicembre in diretta streaming su ANSA.it, promosso da ANSA Incontra e Associazione Civita. Quello del turismo è senza dubbio uno dei settori più duramente colpiti dalla pandemia, nel quale tuttavia si evidenziano segnali di ripresa e rinascita che si manifestano in particolare nella riscoperta del patrimonio culturale dei piccoli borghi. A sostenere con forza questi segnali ora abbiamo le ingenti risorse del Recovery Fund dedicate alla transizione digitale del turismo e a importanti interventi strutturali da mettere in campo.
Oggi è il momento di usare il digitale come “volano” di crescita anche nel rilancio del turismo in Italia, investendo in progetti che vedano coinvolte non solo le grandi città ma anche le zone rurali e i borghi, spesso paesaggi unici e veri e propri musei all’aperto e, pertanto, mete di un nuovo turismo, anche al fine di migliorare la qualità di vita dei residenti.
Su questi temi è intervenuto all’incontro il Ministro del turismo Massimo Garavaglia, evidenziando che “il turismo si sta evolvendo velocemente ed è necessario investire sempre di più sul digitale” e che “per questo una cospicua parte dei 2 miliardi e 400 milioni di euro destinati al turismo del PNRR saranno dedicati alla creazione di un mega Hub digitale”.
A confrontarsi con lui, nel dibattito moderato da Elisabetta Stefanelli Caporedattrice Cultura ANSA, sono intervenuti Simonetta Giordani Segretario Generale Associazione Civita, Pietro Guindani Presidente Vodafone Italia, Massimiliano Giansanti Presidente Confagricoltura, Roberta Garibaldi Amministratrice delegata Enit-Agenzia nazionale del turismo.

Per rivedere l’evento "La transizione digitale per il rilancio dei borghi italiani" CLICCA QUI