Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

ACEA lancia MIA, il Museo Immersivo

ACEA, azienda associata ad Associazione Civita, ha recentemente lanciato MIA, un Museo Immersivo aperto al pubblico direttamente online e che consente ai visitatori di ripercorrere gli oltre 110 anni di storia dell’azienda e, in parallelo, della città di Roma. Il progetto è stato presentato alla Centrale Montemartini, luogo simbolo della storia di Acea ed entrata in servizio il 30 giugno 1912 dando inizio alla produzione ed alla distribuzione dell’energia elettrica a Roma da parte dell’azienda comunale.
Da Nathan e Montemartini ad oggi, con fotografie, filmati, planimetrie, grafici, immagini 3D e la riproduzione di documenti cartacei e manufatti, il percorso virtuale del MIA si pone l’obiettivo di raccontare al visitatore l’evoluzione di Acea e della Capitale. Il Museo Immersivo è nato grazie ad una importante attività di riqualificazione e digitalizzazione del patrimonio documentale storico dell’azienda: oltre 35.000 le fotografie, quasi 500 i registri di verbali e delibere, migliaia i documenti tecnici. Fanno parte dell’archivio storico di Acea anche i 14.000 volumi della biblioteca aziendale e circa 80 filmati storici. Un totale di circa 2.476 metri lineari di documentazione.
Navigando nella piattaforma è possibile accedere all’esposizione virtuale composta da 12 sale, ma anche consultare l’inedito patrimonio archivistico attraverso delle gallery fotografiche tematiche ed entrare all’interno di un “Conference Centre” digitale dove seguire gli eventi culturali che saranno realizzati dall’azienda.
In particolare, il Museo, in italiano e in inglese, presenta una prima sezione classica ipertestuale per la fruizione dei documenti dell’archivio ACEA, organizzati in canali tematici. Da qui si entra nel museo virtuale vero e proprio, dove passando attraverso una welcome room si visitano le 12 sale della storia di Acea, e il congress center virtuale. Ogni sala 3D è dedicata ad una fase dell’evoluzione storica di ACEA e quindi delle infrastrutture tecnologiche della città di Roma, e prevede una audio guida introduttiva, ricostruzioni 3D, immagini, documenti, video e alcuni stargate che ci portano in alcuni luoghi della città eterna e nelle centrali storiche di ACEA. Il sound design offre un motivo musicale diverso per ogni sala, ispirato alle epoche musicali del ‘900, mentre la navigazione avviene attraverso le porte di collegamento delle sale, ma anche mediante un indice interattivo. Il design è innovativo ma classico al tempo stesso, all’insegna della nuova cultura digitale Made in Italy e, pertanto, in linea con la digital transformation in corso nel nostro Paese e che contraddistinguerà la nostra storia dei prossimi decenni.