Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Ford Italia scende in campo al fianco di Ageop Ricerca Odv

Sostenere la ricerca contro il cancro infantile attraverso un’attività ludica, capace di portare un momento di svago e spensieratezza ai piccoli pazienti oncologici dell’ospedale Sant’Orsola di Bologna. Ford Italia è scesa in campo al fianco di Ageop Ricerca Odv, l’Associazione Genitori Ematologia Oncologia Pediatrica che si occupa di dare supporto ai bambini e alle loro famiglie, contribuendo a garantire un buon tempo di vita per affrontare con maggiore serenità il lungo e difficile percorso terapeutico.
In occasione del quarantennale dell’associazione, l’Ovale Blu ha portato il Vanzilla, il Transit Van speciale allestito con postazioni di gioco accessibili a tutti, all’interno delle aree comuni del policlinico universitario bolognese, dando ai piccoli in cura presso l’ospedale la possibilità di cimentarsi alle consolle di gioco, per trascorrere qualche ora all’insegna del divertimento e della sana competizione. L’attività di gaming è proseguita domenica 15 maggio, con il Vanzilla che ha aperto le sue porte a tutte le persone giunte nella centralissima piazza Maggiore per sostenere l’ottava edizione di ‘Lottoanchio2022’, la campagna di sensibilizzazione che quest’anno si propone di raccogliere 65.000 euro con l’obiettivo di garantire i contratti di due medici-ricercatori all’interno dell’Oncoematologia Pediatrica dell’IRCCS Policlinico di Sant’Orsola.
L’iniziativa con Ageop Ricerca Odv si inserisce nell’ambito delle attività di Corporate Social Responsibility (CSR) di Ford, volte a promuovere l’uguaglianza e l’inclusività a tutti i livelli, puntando sull’intrattenimento e sulla competitività, valori fondamentali nel mondo degli esports e del gaming, dove il brand automotive è presente con il Team Fordzilla, squadra ufficiale dell’Ovale Blu che gareggia nelle virtual race, sulla scia della lunga tradizione nelle corse automobilistiche. Lo scorso anno, il team di pro-racers si è reso protagonista di un tour europeo a bordo del Vanzilla, per condividere la gioia e il divertimento del gioco anche con le persone con mobilità limitata. Il tour è iniziato in Spagna per poi proseguire in Germania, Francia, Regno Unito e in Italia, approdando negli hospice pediatrici, negli istituti educativi speciali, nelle scuole medie e nei centri di accoglienza. Nel corso del suo viaggio itinerante, il Gaming Transit ha visitato quasi 1.400 bambini in difficoltà, 31 enti di beneficenza, hospice pediatrici e scuole alternative.