Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Il secondo stakeholder Forum di INWIT

Un momento di dialogo e di confronto sulle tematiche ESG: questo il secondo stakeholder Forum di INWIT, dal quale sono emersi diversi spunti di riflessione per affrontare al meglio la “Decade of Action”, avviata a inizio 2020 dalle Nazioni Unite e considerata la decade decisiva per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030.
Per cambiare davvero i processi e seguire il trend della sostenibilità con piena consapevolezza, c’è bisogno di cambiare scala di valori e, per creare valore, è necessario puntare sulle relazioni con chi ci sta intorno. Gli stakeholder diventano, così, parte integrante di una gestione responsabile e sostenibile del business ed è proprio su questa base che INWIT ha intrapreso un percorso volto a rafforzare il processo di engagement con i portatori d’interesse, dotandosi di uno strumento ad hoc: la Policy di Gestione Stakeholder Engagement.
Il 2021 ci ha visto consolidare e rafforzare il cammino verso la creazione di un business sostenibile, avviato a settembre 2020 – ha detto l’AD di INWIT, Giovanni Ferigo -. La sostenibilità rappresenta uno degli abilitatori del nostro piano industriale e il Forum è ormai un appuntamento imprescindibile nel percorso di coinvolgimento dei nostri interlocutori, consapevoli che le relazioni con gli azionisti e gli altri stakeholder sono parte integrante di una gestione responsabile e sostenibile del business e sono fondamentali nel processo di creazione di valore per l’azienda”.
Oltre all’AD di INWIT, sono intervenuti al secondo stakeholder Forum anche: Laura Cavatorta, Presidente Comitato Sostenibilità INWIT e comitato ESG SNAM, Daniela Bernacchi, Segretario Generale UN Global Compact Network Italia, Paola Mascaro, Presidente Valore D, Michelangelo Suigo, Direttore External Relations, Communication & Sustainability di INWIT.
Tra le sfide ESG trattate nel corso del Forum, l’importanza di una governance solida e integrata sui temi della sostenibilità, senza la quale è difficile costruire un percorso valido e coerente verso quello che il codice di corporate governance definisce successo sostenibile e il ruolo del settore privato sia per la decarbonizzazione, che deve passare necessariamente da una transizione energetica giusta ed inclusiva, sia per superare i limiti culturali ancora oggi molto forti per quello che riguarda la parità di genere.