Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

WithYouWeDo di TIM. Una piattaforma a servizio della cultura digitale

 
Intervista a Marcella Logli, Direttore TIM Corporate Shared Value e Direttore Generale Fondazione TIM

La piattaforma WithYouWeDo sostiene il finanziamento di iniziative, idee e progetti che favoriscano lo sviluppo e l’adozione di strumenti digitali in 3 ambiti: Cultura digitale, Innovazione sociale e Tutela dell’ambiente. Quali sono i principali punti di forza di tale piattaforma e quali i risultati ottenuti in particolare per i progetti culturali?

WithYouWeDo di TIM si distingue dalle altre piattaforme di crowdfunding certamente per la semplicità d’uso, la sua gratuità per i progetti che selezioniamo, la chiarezza nella comunicazione delle informazioni su come usarla, con infografiche dedicate ai progettisti ed ai donatori. E il contributo economico che diamo ai progetti selezionati, ma solo se raggiungono il goal dichiarato, a cui contribuiamo fino al 40% dell’importo, con un massimo di 10.000 euro a progetto. Importante anche il lavoro che facciamo per la pubblicizzazione di WithYouWeDo sui social network, sulla rete e sui Media, attività in capo anche ai soggetti che entrano nell’iniziativa e che devono farsi conoscere dal loro potenziale pubblico di riferimento. Cerchiamo con la comunicazione di abbracciare un pubblico vasto sul tema del crowdfunding, trattandolo con un tono di voce non da addetti ai lavori, ma pop, fun e contagious. I numeri ci mostrano che la strada intrapresa è quella giusta. Dal 2015 ad oggi sono oltre 700 i progetti che sono stati proposti, poco meno di 70 sono stati pubblicati, 28 hanno raggiunto il proprio obiettivo economico raccogliendo in media più di 40.000euro ciascuno, la media più alta tra tutte le piattaforme italiane di crowdfunding. In totale la piattaforma ha raccolto più di 1,35 milioni di euro da oltre 4.000 donatori, e in totale WithYouWeDo ha coinvolto una community di oltre 8.000 persone. A questi numeri si aggiunge una campagna “speciale”: parliamo di unaiutosubito.org, la piattaforma di crowdfunding realizzata in collaborazione con Il Corriere della Sera e TgLa7 nelle ore immediatamente successive alle prime scosse di terremoto che dal 24 agosto hanno provocando centinaia di morti e centinaia di feriti nel centro Italia che ha raccolto ad oggi circa 1,5 milioni di euro da oltre 19.000 donatori. In questi quasi due anni di attività, abbiamo ricevuto diversi progetti in ambito culturale, alcuni più interessanti di altri. Quello che mi fa particolarmente piacere ricordare è senz’altro il progetto realizzato con Accademia Teatro alla Scala, “Talenti on Stage”, il più importante, in termini di raccolta, tra quelli che abbiamo ospitato sulla nostra piattaforma e che fossero rivolti alla cultura. Talenti on Stage nasce dalla partnership pluriennale siglata lo scorso luglio da Fondazione TIM con l’Accademia Teatro alla Scala, una delle Istituzioni più prestigiose del patrimonio artistico e culturale, a livello nazionale e internazionale. Una partnership finalizzata a sostenere i giovani talenti attraverso una serie di progetti innovativi che, adottando strumenti di comunicazione tecnologicamente avanzati, si pongano al servizio di una tradizione artistica e tecnica inestimabile quale quella del Teatro alla Scala. All’interno di questa partnership si inserisce la campagna di crowdfunding che abbiamo ospitato su WithYouWeDo con lo scopo di sostenere, attraverso borse di studio, gli allievi più meritevoli dell’Accademia e quindi la valorizzazione dei talenti emergenti nei vari mestieri teatrali. L’accordo siglato, prevedeva il riconoscimento da parte di Fondazione TIM di un contributo di pari importo per ogni euro donato fino ad un massimo di 200.000 euro. In poco più di un mese la raccolta ha raggiuto il goal prefissato raggiungendo, attraverso il meccanismo di matching grant appena spiegato, un totale di 407.646 euro. Sono state assegnate ben 127 borse di studio in diverse tipologie di corsi destinate a giovani allievi scenografi, sarti, ballerini, musicisti, cantanti e coristi dell’Accademia. Secondo il meccanismo di reward i donatori hanno ricevuto un riconoscimento, non in denaro, per sentirsi partecipi del percorso di studio dei ragazzi: dal ringraziamento nella pagina dedicata al progetto su www.accademialascala.it all’inserimento del proprio nome tra i “Sostenitori” dell’Accademia, fino alla possibilità di incontrare l’allievo beneficiario della borsa di studio, per seguirne da vicino i progressi, oltre a inviti per i concerti e gli spettacoli dell’Accademia. 
E a breve ripartiremo con una seconda raccolta di crowdfunding destinata a nuovi giovani e meritevoli talenti. Ancora una volta saremo il partner che andrà a valorizzare, amplificare e diffondere l’operato di una delle eccellenze italiane, la formazione verso mestieri tradizionali e preziosi. Oltre a questa esperienza di grande prestigio, WithYouWeDo ha nel corso del tempo sostenuto anche molte altre campagne di crowdfunding culturale, come quella per #tommyeglialtrifilm, un progetto straordinario ideato dal giornalista Gianluca Nicoletti, papà di Tommy, un ragazzo autistico, che ha deciso di realizzare un film su Tommy e i suoi amici autistici. per sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni su un problema purtroppo molto diffuso e per il quale non ci sono abbastanza interventi. Gianluca e Tommy sono stati degli instancabili promotori dell’iniziativa, raccontando ogni fase del progetto, i sogni, gli obiettivi, i goal raggiunti. Questa forza e questo impegno hanno permesso alla raccolta di “volare” e superare i 50.000 euro. Un altro esempio è Cartoon-able, la raccolta che ha sostenuto la realizzazione di cartoni animati accessibili anche ai bambini sordi, ciechi e ipovedenti e autistici . Desidero infine accennarvi brevemente a un altro esempio tangibile del nostro impegno verso il patrimonio storico-artistico del Paese e di quanto tecnologia e arte possano convivere la prima a supporto della seconda.  Grazie ad una convenzione firmata tra Fondazione TIM e il Comune di Roma riporteremo alla luce uno dei luoghi più suggestivi del mondo: il Mausoleo di Augusto, che sarà restituito alla comunità rivisitato attraverso le tecnologie più moderne. L’intesa prevede un finanziamento di 6 milioni di euro ed un accordo di valorizzazione e multimedialità pari a 2 milioni di euro con l’obiettivo di realizzare una grande, vitale e attraente piazza urbana che comprenda il livello della quota archeologica, avvicinando la città al suo passato e ricollegando i suoi spazi e percorsi storici (la Scalinata di piazza di Spagna, via Condotti, San Carlo, San Rocco, San Giacomo, ecc.) con il Tevere e il recente museo dell’Ara Pacis; e al tempo stesso permettere una facile accessibilità al Mausoleo ed ai reperti connessi, per una visita animata da una vera sensibilità archeologica. Il progetto è stato avviato a fine ottobre 2016 dal Comune di Roma.

Quanto è importante, per un’azienda socialmente responsabile come Telecom Italia - presente nei Dow Jones Sustainability Indexes World (DJSI World) e Europe (DJSI Europe) e nel 2016 come ‘industry leader’ delle TLC, unica azienda italiana ad ottenere questo riconoscimento nel proprio settore industriale - promuovere un’iniziativa come questa capace di generare valore economico attraverso la creazione di valore sociale?

La piattaforma WithYouWeDo è nata nel 2014 nell’ambito delle iniziative della direzione Corporate Shared Value di TIM che guido. L’iniziativa fa parte di una serie di progettualità che l’Azienda struttura, da qualche anno, in relazione ai bisogni sociali della comunità in cui opera. Siamo convinti che un’azienda socialmente responsabile come TIM sia capace di creare valore economico attraverso la creazione di valore sociale, condividendolo con i propri stakeholder. L’elemento di importanza alla base di tutto ciò è che per TIM questo significa principalmente favorire l’utilizzo della tecnologia digitale in tutti i campi in cui questa porti innovazione sociale nel paese: nei periodi di crisi, il bisogno sociale aumenta e l’attenzione alle problematiche sociali deve essere più alta. TIM, come azienda socialmente responsabile, si rende conto di queste necessità e, attraverso numerose collaborazioni che spesso coinvolgono anche strutture pubbliche e governative, offre il proprio contributo come partner tecnologico per favorire il benessere del Paese.
L’Italia possiede un patrimonio inestimabile nel campo dell’arte, della cultura, della bellezza. Si tratta di un elemento noto a tutti che molte volte sottovalutiamo o diamo troppo per scontato. Abbiamo tesori unici, preziosissimi, che spesso non riusciamo a valorizzare adeguatamente. Rispetto ai principali Paesi europei e non, il patrimonio culturale italiano risulta essere il più cospicuo ma il meno competitivo. TIM e Fondazione TIM si pongono in questo scenario come attori di primo piano nei confronti della tutela del patrimonio culturale del Paese e della diffusione delle tecnologie digitali al servizio anche di questo ambito. Ascoltare e intercettare i bisogni della comunità, anticipando le soluzioni, stimolare idee e progettualità all'interno della società, sostenere l'innovazione e definire processi formativi nuovi attraverso il ricorso a un modello di tecnologia "sostenibile", sono tra i principali motivi ispiratori di Fondazione TIM: internet e le tecnologie digitali devono rappresentare ogni giorno di più un’opportunità concreta di sviluppo per tutto il sistema delle arti e della cultura, contribuendo alla creazione di nuovi linguaggi e servizi, amplificando le occasioni di incontro, di fruizione e di promozione della cultura, e rinnovando altresì i modelli di business. Un’opportunità che va esplorata e sfruttata in profondità, favorendo la nascita di progetti che siano all’altezza di una sfida ambiziosa: contribuire al rilancio del Paese, valorizzandone la risorse.